Il Rinascimento di Marguerite

Margeurite Yourcenar, L'opera al nero, Feltrinelli
Margeurite Yourcenar, L’opera al nero, Feltrinelli

Il XVI secolo raccontato da Marguerite Yourcenar ne L’opera al nero è un mondo in bilico, aperto alla modernità della scienza e nello stesso tempo ancora legato alle suggestioni alchemiche; dilaniato da guerre e conflitti religiosi e nobilitato dalla piena maturazione del pensiero umanistico. Testimone e simbolo di questa realtà fluida, resa instabile ma anche vivificata da cambiamenti continui, è Zenone, uomo dal vasto sapere, filosofo, scienziato e alchimista.

 Narrando delle sue peregrinazioni e delle sue avventure, Yourcenar svela al lettore splendori, miserie e patenti contraddizioni di un’età che ha rivestito un ruolo fondamentale nella storia dell’uomo; la sua prosa ricchissima, immaginifica in alcuni momenti, realisticamente cruda in altri, regala un fascino e una profondità completamente nuovi al romanzo storico, ampliandone sensibilmente gli orizzonti.
L’opera al nero è un lavoro notevolissimo, un viaggio meraviglioso nel nostro passato, che non è poi così diverso, nella sostanza, dal presente in cui siamo immersi.
Eccovi l’incipit, buona lettura.
Enrico-Massimiliano Ligre procedeva a piccole tappe sulla via di Parigi. Dei contrasti che opponeva il Re allImperatore, ignorava tutto. Sapeva solamente che la pace conclusa da qualche mese si slicacciava già come un abito indossato troppo a lungo. Non era un segreto per nessuno che Francesco di Valois persisteva nelladocchiare il Milanese come un amante sfortunato la sua bella; si sapeva da fonte sicura che si adoperava in silenzio a equipaggiare e adunare sui confini del duca di Savoia truppe nuove, per mandarle a raccattare a Pavia gli speroni che vi aveva perduti. Alternando a frammenti di Virgilio gli scarni racconti di viaggio di suo padre banchiere, al di là dei monti corazzati di ghiaccio Enrico-Massimiliano si figurava file di cavalieri scendere verso vasti paesi, ridenti e fertili come una visione; pianure rossastre, sorgenti gorgoglianti ove si abbeveravano bianche mandrie, città cesellate come scrigni, traboccanti doro, di spezie e di corami, opulente come empori, maestose come chiese; giardini popolati di statue, sale colme di manoscritti rari; donne in vesti seriche, affabili col grande capitano; ogni sorta di raffinatezze nelle vivande e nel vizio, e su tavole di argento massiccio, in caraffe di vetro veneziano, lo splendore vellutato della Malvasia.

Pubblicato da

ilconsigliereletterario

Non c'è molto da dire, in realtà, se non che sopra ogni altra cosa amo leggere e scrivere. Ben più di quel che potrei dire di me lo dicono (peraltro decisamente meglio) i libri che ho letto, e di cui parlo nel blog. E qualche altra cosa la aggiungono i libri che ho scritto, "Quella solitudine immensa d'amarti solo io", pubblicato da Priamo e Meligrana Editore nel gennaio del 2013 (nel caso vi interessasse, lo trovate in tutti gli store, da Feltrinelli.it a Sanpaolostore.it). Da ottobre 2013 il libro è stato pubblicato anche in versione cartacea e di recente ne è stata fatta la prima ristampa; lo trovate in libreria, oppure potete ordinarlo su Amazon, Ibs o sul sito dell'editore: www.meligranaeditore.com; e "La logica del mammifero (storia di una madre)", uscito il 2 dicembre 2016, pubblicato da Prospero Editore (www.prosperoeditore.com; se lo desiderate, potete anche ordinarlo sul sito). Oltre a questi romanzi ne ho scritti altri due, ancora in attesa di trovare una casa editrice disposta a scommetterci sopra, questi i titoli: "Ripaferdine (storie di cortile)", "Trenta denari (una storia d'amore)". Se per caso da queste parti dovesse capitare un editore interessato a dare un'opportunità agli esordienti (almeno per leggerli), lo invito di tutto cuore a farsi sentire. Credo di poter dire che non se ne pentirà.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...