Un giallista a fumetti

Come già capitato in altre occasioni, lascio questo spazio all’amico Antonio Marangi, esperto di fumetti e anima poliedrica della rivista digitale Sbam! Comics (potete scaricarla gratuitamente, e permettetemi di consigliarvi caldamente di farlo; la trovate qui), che questa volta ci racconta di un’iniziativa davvero originale, con un protagonista notissimo a tutti gli amanti del giallo di casa nostra: Carlo Lucarelli. Ad Antonio un sincero ringraziamento per questo suo contributo, a tutti voi un augurio di buona lettura.

A settembre 2012 si è conclusa Nuvole Nere, la miniserie in 6 volumi bimestrali proposta da Star Comicsa partire da ottobre 2011. Un esperimento interessante: la riduzione a fumetti dei racconti di Carlo Lucarelli, rivisti e sceneggiati da Mauro Smocovich. Si tratta di storie autoconclusive, raccolte a gruppi di tre su ogni albo e pubblicate da Lucarelli su volumi di narrativa e antologie: le ritroviamo qui, in versione nuvole parlanti, con i disegni alternativamente di Francesco Bonanno, Fabio Ramacci e Francesco Lo Storto, Paola Camoriano, Beniamino Delvecchio, Daniele Statellae Marco Fara, e con le cover di Andrea Fattori.
“I protagonisti di questi racconti sono molteplici. Poliziotti corrotti, servizi segreti deviati, detective malinconici e commissari disillusi, ma qualcuno di loro combatte ancora e qualche volta gli è permesso vincere. Varie le epoche e le ambientazioni. Dalla fine del 1800 in Africa durante il colonialismo italiano, alla seconda guerra mondiale durante il fascismo in Italia, dagli anni 70 del terrorismo, dei colpi di stato e della strategia della tensione, fino ai giorni d’oggi tra atmosfere nere e crimini di strada. Ma il filo conduttore di queste storie è uno solo, quella sottile linea d’ombra che attraversa la vita e divide la realtà dalla fantasia, le certezze dal mistero, che spesso sbava e mischia le carte spandendosi tutt’intorno come una macchia d’inchiostro sul foglio bianco. Una linea sottile che diventa facile superare quando tutto ciò che ci circonda è fatto di ombre cariche di paura e mistero. Di Nuvole nere che ci sovrastano e invadono anche gli angoli più nascosti della nostra esistenza. Siete pronti a superare la linea sottile che vi separa dalla tranquillità?”, spiega la presentazione della Star Comics.


La prima cosa che colpisce l’appassionato abituato a leggere fumetti d’avventura è l’ambientazione: l’Italia, l’Emilia più precisamente, spesso nei borghi sull’Appennino, con protagonisti dai nomi italianissimi, Pugliese, Vulcis, Filippi, Mezzogallo, Graziosi… Poi c’è la struttura a storia breve, a racconto libero, come veniva chiamato sulle riviste-contenitore in voga (ormai) parecchi anni fa, un genere che oggi sopravvive solo in casi rari (Lanciostory, ad esempio). Una soluzione che permette di spaziare davvero tra tutti i generi dell’avventura, con risultati spesso apprezzabilissimi anche in poche pagine. La controindicazione può essere che il lettore non trova un genere di riferimento nella serie e non ha un personaggio cui “affezionarsi”, come normalmente accade con i protagonisti delle collane, lunghe o corte che siano.
Nuvole Nere è un prodotto dunque per certi versi “coraggioso”, ma di buon livello, e che ha concesso un’ottima vetrina anche a disegnatori all’inizio della loro carriera. Gli albi sono ancora richiedibili all’editore sul suo sito. Se vi interessa visitarlo, cliccate qui.

Questi i titoli degli albi pubblicati:
1 – Omissis 25
2 – Nero a più voci
3 – Il lato sinistro del cuore
4 – Garganelli al ragù della Linina
5 – La domestica
6 – La tenda nera

Pubblicato da

ilconsigliereletterario

Non c'è molto da dire, in realtà, se non che sopra ogni altra cosa amo leggere e scrivere. Ben più di quel che potrei dire di me lo dicono (peraltro decisamente meglio) i libri che ho letto, e di cui parlo nel blog. E qualche altra cosa la aggiungono i libri che ho scritto. Il mio primo romanzo, Quella solitudine immensa d’amarti solo io (Priamo/Meligrana 2013) è andato di recente in ristampa; il secondo, La logica del mammifero (storia di una madre) (Prospero Editore), è uscito il 2 dicembre 2016. Il terzo romanzo, intitolato Ripaferdine (storie di cortile), è uscito a ottobre 2017 per i tipi di Giraldi Editore. Il quarto è concluso ed è in lettura… e il quinto sta muovendo i primi passi. E oltre a questi lavori ci sono i racconti: William Shakespeare, il texano, pubblicato nella collana Coup de foudre di Aulino Editore, e il volume antologico On the Radio (Morellini Editore), cui partecipo con una storia intitolata La radio all’improvviso. Nel caso da queste parti passasse qualche addetto ai lavori in cerca di buone storie da pubblicare, o meglio ancora di un appassionato cultore di libri con il quale lavorare, lo invito a farsi avanti; mi sento di assicurargli che non se ne pentirà.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.