La cometa e l’ateo virtuoso

Recensione di “Pensieri sulla cometa” di Pierre Bayle

Pierre Bayle, Pensieri sulla cometa, Laterza (2 volumi)

Il Seicento. Il Grand Siècle. La temperie culturale è vivacissima. Baruch Spinoza suscita scandalo e infinite polemiche con la pubblicazione delle sue opere, il Tractatus Theologico-Politicus, l’Ethica more geometrico demonstrata; la legge di gravitazione universale di Isaac Newton spalanca nuovi orizzonti alla scienza; lo stesso Newton e Leibniz giungono, ciascuno per proprio conto (disputandosene poi a muso duro la paternità) alla scoperta del calcolo infinitesimale. L’umanità si schiude alla modernità così come noi la conosciamo. In questo secolo di giganti, un brillante erudito francese, che la storia del pensiero ha colpevolmente lasciato in ombra, offre il suo contributo all’edificazione di una razionalità finalmente adulta, che basta a se stessa, libera da superstizioni, credenze, miraggi alchemici, illusioni fideistiche. E traccia la rivoluzionaria figura dell’ateo virtuoso, dell’uomo (e perché no del genere umano tutto) che può essere buono, e condursi secondo principi di onestà e di rispetto di sé e degli altri, semplicemente seguendo il proprio buon senso ed evitando degradanti sudditanze verso qualsivoglia divinità. Lo fa in un’opera allo stesso tempo polemica e divulgativa, i Pensieri sulla cometa, riflessione sincera e appassionata sulle reazioni di terrore scatenate dall’avvistamento di una cometa, dai più considerata presagio di imminenti sventure. Un saggio sui generis, coinvolgente come un romanzo. Agile da leggere, istruttivo; in più di un momento perfino divertente. Se la filosofia, oltre ad attrarvi, vi spaventa, provate a rompere il ghiaccio con Pierre Bayle, magari lasciando che a introdurvi alla conoscenza di questo pensatore sia Gianfranco Cantelli, curatore del lavoro pubblicato da Laterza (in due volumi), che nella sua nota introduttiva così scrive: “I Pensieri sulla cometa costituiscono, si può dire, l’inizio della fortunata carriera di Pierre Bayle. Essi apparvero per la prima volta nel 1682 con un titolo alquanto diverso da quello che diverrà definitivo nelle successive edizioni: Lettre à M.L.A.D.C., docteur de Sorbonne, où il est prouvé par plusieurs raisons tirées de la Philosophie et de la Théologie que les comètes ne sont point le présage d’aucun malheur. Avec plusieurs reflexions morales et politiques, et plusieurs observations historiques, et la réfutation de quelques erreurs populaires […]. L’opera era uscita anonima con un nome di editore e luogo di stampa fittizi, in realtà era stata stampata a Rotterdam dall’editore Reiner Leers. Da quanto possiamo ricostruire dal suo epistolario, Bayle mise in atto ogni accorgimento per nascondere per nascondere a tutti la paternità della Lettera sulle comete; tuttavia la vera identità dell’autore non rimase a lungo celata al pubblico […]. Il successo fu immediato, tanto che l’anno successivo ne fu fatta una seconda edizione”.

Manifesto di una razionalità finalmente compiuta e matura, che rifiuta di essere ostaggio di credenze e paure, che non intende piegarsi all’autorità indiscussa delle verità rivelate e non vuole essere limitata nella propria capacità di indagine, il coraggioso lavoro di Pierre Bayle, per quanto poco conosciuto al di fuori della ristretta degli addetti ai lavori, è di grandissima importanza; nella sua essenzialità, infatti, la rivoluzionaria stagione settecentesca dei Lumi è già tutta in queste pagine.

Eccovi, in proposito, un significativo esempio. Buona lettura.

[…] Ecco perché non so convincermi che un dottore come voi siete, il quale per il semplice fatto di essere riuscito a predire con precisione il ritorno della nostra cometa dovrebbe essere convinto non trattarsi altro che di corpi soggetti alle leggi ordinarie della natura e non di prodigi che non seguono nessuna regola, si sia nondimeno lasciato trascinare dalla corrente e creda, conformemente all’opinione generale, nonostante le ragioni addotte da un ristretto numero di persone scelte, che le comete siano come degli araldi che vengono da parte di Dio a dichiarare la guerra al genere umano.

Pubblicato da

ilconsigliereletterario

Non c'è molto da dire, in realtà, se non che sopra ogni altra cosa amo leggere e scrivere. Ben più di quel che potrei dire di me lo dicono (peraltro decisamente meglio) i libri che ho letto, e di cui parlo nel blog. E qualche altra cosa la aggiungono i libri che ho scritto, "Quella solitudine immensa d'amarti solo io", pubblicato da Priamo e Meligrana Editore nel gennaio del 2013 (nel caso vi interessasse, lo trovate in tutti gli store, da Feltrinelli.it a Sanpaolostore.it). Da ottobre 2013 il libro è stato pubblicato anche in versione cartacea e di recente ne è stata fatta la prima ristampa; lo trovate in libreria, oppure potete ordinarlo su Amazon, Ibs o sul sito dell'editore: www.meligranaeditore.com; e "La logica del mammifero (storia di una madre)", uscito il 2 dicembre 2016, pubblicato da Prospero Editore (www.prosperoeditore.com; se lo desiderate, potete anche ordinarlo sul sito). Oltre a questi romanzi ne ho scritti altri due, ancora in attesa di trovare una casa editrice disposta a scommetterci sopra, questi i titoli: "Ripaferdine (storie di cortile)", "Trenta denari (una storia d'amore)". Se per caso da queste parti dovesse capitare un editore interessato a dare un'opportunità agli esordienti (almeno per leggerli), lo invito di tutto cuore a farsi sentire. Credo di poter dire che non se ne pentirà.

One thought on “La cometa e l’ateo virtuoso”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.